f

Translate

giovedì 26 febbraio 2015

La "mia"giacca Chanel -1-

Ci siamo....
Alla fine dovevo confrontarmi con la lavorazione di una giacca Chanel e,quando dico giacca Chanel,voglio parlare di quelle lavorazioni sartoriali che -oh,sì,portano via tanto tempo!-,ma fanno di quella giacca un capo unico.
Perché" la Chanel" storica è una giacca che viene cucita in modo assolutamente anomalo.
Parliamo della sua caratteristica,il tessuto.
Un tessuto morbido,soffice,caldo,a trama allentata per permettere ai fili fantasia,di grosso spessore,di mantenere una mano superconfortevole.
E' questa la caratteristica base di una giacca Chanel: viene confezionata con un tessuto "importante" ,ingombrante,ma mantiene una vestibilità eccezionale,peso piuma.
Si indossa come una giacca,ma si porta come una maglia....

Come questa magia?
Solo una particolare e straordinaria lavorazione...
Assenti o quasi i rinforzi,viene cucita in doppio con la sua fodera di seta che,trapuntata assieme al tessuto ne costituisce l'anima ed il sostegno.

Andiamo a vedere come si fa...



Premessa

Una premessa ci vuole....
sì perché,pur rispettando le lavorazioni di" Mademoiselle ",mi prendo ogni tanto qualche licenza  dettata dal valore del tempo che oggi è assolutamente più alto rispetto all'inizio secolo.
Ed allora ogni tanto vado di spilli.....
Ma tenete ben presente che lì, dove ho usato gli spilli,potete sempre imbastire!!


Tessuti e modello

 Ho scelto un tessuto tweed con filati fiammati in bianco e nero...
Per fodera un raso di seta stampato...svenata!
I bordi??Tessuto sfrangiato,un filato a pompons e catene.....poi vediamo.


Il modello è di Burda  aprile 2014....un misto tra il blazer jolly e il soprabito etnico...modificato.




Il cartamodello è segnato senza margini nè orli e vale sia per il tessuto che per la fodera...



Il taglio

Svaporato molto bene il tessuto,lo ripiego e lo lascio riposare un giorno.
Poi....

-Stendo il tessuto in un solo strato perché ogni pezzo del cartamodello viene tagliato separatamente per 2 volte.

-Poggio i pezzi del cartamodello sul tessuto...attenzione al drittofilo!

-Segno ciascun pezzo con un'impuntura di filo da imbastire a contrasto.
 Segno tacche e punti di riferimento.



-Segno accuratamente gli angoli...



-Taglio a forbice con un margine non inferiore a cm. 2,5.
Non occorre essere precisi,ma se il tessuto sfila particolarmente,aumentate i margini.


-Appoggio ogni pezzo sulla seta in doppio e taglio con la rotella seguendo i margini del tessuto.



La trapuntatura o quilting

-Accoppio tessuto e seta rovescio contro rovescio.
-Fermo i margini con gli spilli......eccoli!
Naturalmente potete imbastire anche qui!!


-Riporto le line di trapuntatura -tessuto e fodera- sul dritto del tessuto.
Le riporto con gli spilli,ma se non vi fidate segnatele con filo a contrasto.
Le linee di trapuntatura -parallele al drittofilo-vanno prima segnate sul cartamodello:
-distanza ca cm 3
-lunghezza...fermarsi a cm.5 dall'orlo e a cm.da 5 a 3 dagli altri margini.


 Vediamo come trapuntare...


E così si fermano i fili tirando le estremità tra stoffa e fodera ed annodando.


 Le varie parti della giacca ora si presentano così...quiltati!


-Controllo ogni pezzo con il cartamodello.
La quiltatura potrebbe creare qualche problema di distorsione...


-Imbastisco i margini di tessuto -dritto su dritto-scartando la fodera e fermandola con gli spilli per non prenderla nelle cuciture...
-Inizio dagli angoli che devono coincidere perfettamente..



-Poi le cuciture, laterali e fianchetti...


-Cucio ,sempre con il piedino trasportatore,lungo  le linee di impuntura.


-Stiro le cuciture in doppio senza aprirle




-Stiro le cuciture aperte su di....un matterello ricoperto di cotone!!
Così non tocco la fodera!
Ferro moderatamente caldo e vapore.




Qualche piccolo rinforzo....
-Taglio la cimosa da una stoffa di organza di seta e prendo la misura sul cartamodello per rinforzare il centro davanti...


-Spillo la striscia lungo i centri davanti..


-La fermo lungo i lati con piccoli punti.


-Per gli scolli uso uno sbieco adesivo...il Formband.


E poi.....
La strada è lunga!!
A presto




22 commenti:

  1. Caspita sì, proprio lunga la strada e che lavorone!
    Però il risultato è impagabile!
    Mi rendo conto di essermi impigrita parecchio... spero di aver solo bisogno di una vacanza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai,Mary,stavo riflettendo proprio su questo...è un lavorone,non più di una giacca sartoriale, però ha il vantaggio che può essere un progetto a fondo perduto....
      Nel senso che io sto accelerando i tempi -mica posso fare il prossimo post tra 3 mesi!!!-,ma è un capo che può essere preso in mano ogni tanto,tra un lavoro e l'altro.
      Tipo...comincio ora per il prossimo autunno....
      Però che bello avere una giacca confezionata come la sartoria Chanel!
      Un investimento di volontà che non passa mai di moda!

      Elimina
  2. Grazie per il tutorial! Ho sempre desiderato una Chanel, prima o poi riuscirò a farmela ... intanto prendo appunti ! ;)

    RispondiElimina

  3. Grazie Ro per questo tutorial. Una giacchina Chanel confezionata a regola d' arte voglio proprio provare a farmela.

    RispondiElimina
  4. Wow Ro!
    Fantastico tutorial!
    Un giorno farò anch'io una giacca Chanel a regola d'arte, yeah! (sono fiduciosa che migliorerò con il tempo :D )
    Intanto mi salvo questo regalone che ci stai facendo \o/ \o/ \o/
    Grazie miiiilleeeeee!
    Bacione

    RispondiElimina
  5. che lavorone!!! Però, credo che sotto la tua guida potrei anche farcela... E penso che per l'autunno ci saranno tante 'Chanelline-ispirate-da-Rò" in giro per l'Italia... E chissà, anche fuori! ;)
    Baci... e grazie, come sempre

    RispondiElimina
  6. Che lavorone, io sono ancora una principiante per ora ma un giorno vorrei proprio riuscire a farmene una, è un must! Grazie per il tutorial e un bacio di buona serata!
    Elena
    missgwyn.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. Bellissima spiegazione, voglio farla appena mi è possibile, Grazie!

    RispondiElimina
  8. ottima spiegazione e che bella che diventerà la tua giacca

    RispondiElimina
  9. Magica Ro..un sogno irrealizzabile per me... ma vale assolutamente la pena seguirti... oltretutto sei molto brava come didatta!

    RispondiElimina
  10. Grazieeeeeeeeeeeeeeee!!
    Allora tutte con le chanelline!!
    Non ho risposto subito perché......indovinate?
    Mettevo puntini a mano alla chanel!!!
    A presto con baci

    RispondiElimina
  11. Complimenti hai davvero un blog con contenuti interessanti e utili per chi vuole cucire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu gia cuci!! E delle cose carinissime!
      A presto

      Elimina
  12. Sei una ricchezza RO!
    Da tantissimi anni ho conservato un taglio di morbidissima lana Chanel, ereditato da mia madre. Non ho mai confezionato la mia amata giacca, nonostante avessi cucito tanti abiti perchè non mi sentivo sicura. Finalmente questa grande occasione! La tua descrizione è dettagliata e precisa, la seguirò con grande attenzione e dedizione. Sino adesso solo il passaggio del trapuntarla con la fodera mi ha sorpreso un po', non pensavo che lo fosse, appariranno queste impunture o la morbidezza della stoffa le renderà invisibili? Solo una curiosità, seguirò tutto punto per punto.
    a risentirci
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questo punto non ci sono alibi che tengano....
      La trapuntatura direi che non si nota,molto dipende dal tessuto scelto.
      Un tessuto chanel è quasi sempre un tessuto morbido e fantasia e camuffa bene le impunture.
      ti aspetto!

      Elimina
  13. Accipicchia che lavorone... però poi avrai un capo unico!
    Sono anni che non cucio un capo per me... vedere tutti i tuoi passaggi mi ha fatto tornare la voglia!
    Buona festa della donna
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contraccambio gli auguri di festa....e....ma,tanti punti a mano ,ma alla fine ti ritrovi la giacca finita!
      Prova,magari con un modello semplice senza bottoni,come la mia.
      A presto

      Elimina
  14. Volevo ringraziarti per questo tutorial dettagliato e preciso, so quanto tempo porta via. Adesso devo solo trovare una stoffa che si adatti al progetto e... attendo la seconda parte.
    Un caro saluto.
    Anna Maria

    RispondiElimina
  15. Anna Maria,grazie a te per essere passata e soprattutto .... per realizzare personalmente il progetto!
    Sono qui con le prossime puntate.
    Baci


    RispondiElimina
  16. Ciao, grazie per il tutorial: per la prossima primavera sto pensando di cucirmene una, ma avrei bisogno di un consiglio per quanto riguarda il tessuto. Tu scrivi, cito testualmente: "Parliamo della sua caratteristica,il tessuto.
    Un tessuto morbido,soffice,caldo,a trama allentata per permettere ai fili fantasia,di grosso spessore,di mantenere una mano superconfortevole.
    E' questa la caratteristica base di una giacca Chanel: viene confezionata con un tessuto "importante" ,ingombrante,ma mantiene una vestibilità eccezionale,peso piuma.
    Si indossa come una giacca,ma si porta come una maglia.... " Ed ecco la domanda: come la vedi con un tessuto realizzato da me all'uncinetto? Sì, anche questo potrebbe essere un lavorone, ma sarebbe ancora più originale ed unico.....Naturalmente non pensare ai classici lavori fatti all'uncinetto. Se dovessi postare il lavoro di realizzazione del tessuto sul mio blog, potrei citare il tuo tutorial (con realtivo link di collegamento) di realizzazione della giacca? Ti ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri di buon anno Visi!
      Sono curiosa...sì,certo,puoi mettere il link. Ho visto delle giacche Chanel fatte all'uncinetto,ma era solo uncinetto.
      Un tessuto Chanel realizzato all'uncinetto e poi confezionato...mi sembra un'idea splendida e laboriosa,ma sono sicura che ne uscirà un piccolo capolavoro! Aspetto....
      Baci Rò

      Elimina
  17. Ho comperato in saldo una stoffa chanel e ho deciso di farmi la giacchina non appena finisco la giacca che sto facendo. Seguirò pari pari la tua scuola, ma se sono in difficoltà posso chiederti aiuto?

    RispondiElimina